La Spiga Barrata è un simbolo di proprietà e registrato dell’AiC (Associazione Italiana Celiachia) ed è universalmente riconosciuto, facile da individuare e che dà alle persone affette da celiachia la certezza di stare acquistando o consumando un prodotto verificato, controllato e certificato, adatto alle sue esigenze alimentari.

spiga sbarrata celiaci

Il simbolo indica quindi i soli prodotti il cui processo produttivo è stato esaminato e attestato e solo i prodotti marchiati con il simbolo sono garantiti dall’AiC come idonei. A partire dalla fine degli anni Novanta l’AiC ha iniziato la concessione controllata all’ultilizzo di questo marchio.

I destinatari di questa concessione sono i prodotti per i quali è stata verificata l’idoneità al consumo da parte dei soggetti celiachi, cioè un contenuto di glutine inferiore a 20 ppm (parti per milione).

Dal 2006 l’AiC ha una struttura autonoma che si occupa delle attività necessarie alla valutazione dei prodotti che richiedono l’utilizzo della Spiga Barrata; precedentemente, sempre per conto e secondo l’indicazione dell’Associazione, venivano effettuate da un ente esterno.

È importante sottolineare che quando un prodotto già presente sul mercato ottiene la lincenza per l’utilizzo del marchio Spiga Barrata è possibile reperire ancora confezioni dello stesso prodotto senza il marchio (questo a causa del normale esaurimento delle scorte già sul mercato): su questi prodotti l’Associazione non ha controllo ed è possibile che contengano ancora ingredienti non adatti ai celiachi visto che alcuni prodotti subiscono modifiche negli ingredienti, eliminando quelli tossici, proprio per ottenere la certificazione del marchio.

Nel caso in cui invece il prodotto in questione fosse già presente nel Prontuario dei prodotti per celiaci o nel registro nazionale dei prodotti senza glutine tutte le confezioni in commercio risultano adatte.
Questo servizio non solo indica i prodotti ai quali è stato concesso l’uso del marchio ma anche i prodotti sul mercato che usano simboli simili ma sui quali l’Associazione non esercita controllo e approvazione.

Per saperne di più, vi consigliamo di consultare il sito ufficiale dell’Associazione Italiana Celiachia.