La diagnosi di celiachia può essere dura per la maggior parte delle persone, la vita cambia perché l’alimentazione cambia, bisogna stare attenti a tutto, in casa, da amici, nei ristoranti; può diventare molto difficile districarsi tra tutto quello che c’è da sapere e dubbi e perplessità sono sempre dietro l’angolo. Per questo abbiamo deciso di raccogliere le associazioni (con i relativi siti web) di riferimento per i celiaci e i siti più ricchi e completi.

Associazione Italiana Celiachia

L’AiC è un organizzazione no-profit che dal 1979 funge da punto di riferimento per chi soffre di celiachia. Le sedi regionali sono presenti su tutto il territorio italiano e chiunque può diventare socio contattando la segreteria della propria regione.

La missione dell’AiC è di dialogare con le istituzioni e rapportarsi con i media; inoltre la Fondazione Celiachia sostiene la ricerca scientifica per cercare una cura per la malattia celiachia e per migliorare la qualità della vita dei malati. È inoltre proprietaria del marchio Spiga Barrata, apposta sui prodotti dei quali sia stata accertata l’idoneità al consumo per i celiaci, e del Prontuario che raccoglie tutti gli alimenti gluten free.

Association of European Coeliac Societies

La Associazione delle Società Europee di Celiachia nasce nel 1988 quando i rappresentanti di Spagna, Gran Bretagna, Francia e Italia si incontrano a Barcellona; ad ora conta 37 membri in Europa e rappresenta circa 300.000 membri. L’AOECS supporta la ricerca sulla malattia celiaca e sulla dermatite erpetiforme: i progetti riguardano la ricerca di strumenti diagnostici meno invasivi e low-cost, il trattamento e la cura, il carico economico e psicologico sui pazienti.

Sul sito è possibile consulatre i progetti che riguardano l’alimentazione fuori casa in Europa e i link alle associazioni sulla celiachia fuori dall’Europa.

Istituto Superiore di Sanità

Nel portale dell’Epidemiologia per la Sanità Pubblica dedicato alla celiachia (qui il link) si possono trovare tante informazioni utili sulla patologia (cause, sintomatologia, diagnosi, trattamento) oltre agli aspetti epidemiologici. La documentazione riguarda non solo l’Italia ma anche l’Europa e il Mondo (ad esempio con link a dossier all’Organizzazione Mondiale della Sanità).

Si tratta senza dubbio di un sito molto completo ed interessante se qualcuno fosse interessato all’aspetto più teorico della malattia: non ci sono link “utili” a ricette o locali, ma può aiutare a capire meglio la malattia celiaca.

Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica

L’ADI è una onlus che ha l’obiettivo di promuovere e sostenere le iniziative scientifiche, culturali e didattiche che riguardano la scienza dell’alimentazione.

Cliccando sulla barra di ricerca del sito web si possono trovare eventi e articoli che riguardano l’alimentazione senza glutine.

Siti

Uno dei portali più famosi e ricchi è celiachia.org che oltre ad articoli sulla malattia e link alle ultime news contiene anche molte ricette gluten free; inoltre è possibile ricercare ristoranti, hotel, negozi ricercando tramite cap o nel raggio di tot chilometri.

Anche Celiachia Italia raccoglie le ultime notizie e i link ai locali senza glutine; oltre a questo ha anche un forum di discussione molto attivo dove gli utenti si scambiano opinioni e segnalazioni.

Il sito Free Senza Glutine propone una ricca sezione con gli ingredienti gluten free e le ricette; inoltre la sezione ABC raccoglie le risposte alle domande “basiche” che ogni celiaco si pone (cos’è la celiachia, cosa posso mangiare, ecc).

Meglio senza glutine, sponsorizzato dal colosso dei prodotti gluten free, Schär, propone una bellissima iniziativa per Maggio, il mese dell’intolleranza al glutine; previa iscrizione sul sito offre la possibilità di contattare un esperto (gastroenterologo o dietologo) che risponda alle domande dei lettori.