A colazione brioche, cappuccio e via di corsa al lavoro. In quanti sono abituati a pronunciare questa terribile frase?

Fare colazione con una brioche o con qualche biscotto inzuppato nel caffè, sia chiaro, non è assolutamente un reato, anzi. Ma non dovrebbe rappresentare “la” regola. Sono molti i celiaci che si chiedono, una volta diagnosticata la malattia, come fare ad affrontare una colazione senza glutine che sia gustosa e saziante e che non si riduca a una briochina confezionata dall’aspetto triste e poco invitante.

Ebbene, vogliamo darvi una buona notizia: non solo la colazione senza glutine esiste, ma è molto più gustosa della colazione fatta al volo al bancone del vostro bar di fiducia… e una volta scoperta non la abbandonerete più!

Ecco quindi 5 idee per una colazione senza glutine da leccarsi i baffi!

Colazione senza glutine numero 1: lo yogurt greco miele e noci

Lo yogurt greco si differenzia dal tradizionale yogurt bianco per la sua incredibile cremosità e compattezza. Si tratta di un prodotto valido, nutriente e saziante, ricco di proteine e che se scelto nella sua versione “magra” (al 2 o allo 0% di grassi) può essere “costruito” con altri ingredienti per farne venir fuori una colazione gustosa e bilanciata.

yogurt

L’abbinamento classico, che ci sentiamo di consigliarvi poiché digeribile e velocissimo da metter sù (più veloce che ordinare la colazione al bar!) è quello che lo vede accostato a miele e noci. L’insieme tra proteine, fornite dallo yogurt greco; carboidrati semplici, forniti dal miele; e grassi, forniti dalle noci o dalla vostra frutta secca preferita, vi garantirà un apporto di nutrienti bilanciato che vi darà la carica giusta per affrontare la mattinata e vi terrà sazi a lungo.

Sbizzarritevi provando a cambiare di volta in volta la tipologia di miele scelto. Se non lo gradite, potrete sempre sostituirlo con della buona frutta fresca tagliata a cubetti.

Colazione senza glutine numero 2: il porridge d’avena

L’abbiamo ribadito più volte: l’avena è ben tollerata dai celiaci. E’ un cereale integrale ben bilanciato che garantisce un elevato apporto di fibre e micronutrienti. Va necessariamente associata a una minima dose di proteine e grassi. Per una colazione completa, fate cuocere i fiocchi nel vostro latte vaccino o vegetale preferito per almeno 10/15 minuti, a fiamma medio/bassa, e guarnitela con un mix di frutta fresca e frutta secca.

oatmeal avena porridge

Se preferite bere il latte a parte, invece, cuocetela in acqua (il rapporto per ottenere un porridge cremoso è di circa 1:4), magari aggiungendo un bel cucchiaio di cacao durante la cottura. Sarà più leggera ma comunque vada gustosissima.

Colazione senza glutine numero 3: l’omelette con frutta e cioccolato

Una buona omelette dolce guarnita con frutta e cioccolato fondente può essere il modo migliore per cominciare la giornata. Una colazione senza glutine che non avrà assolutamente nulla da invidiare alle colazioni più tradizionali. Potrete insaporire l’uovo con un cucchiaino di miele o, se preferite tenervi leggeri, con un bel cucchiaio di Stevia, dolcificante naturale e privo di calorie. Per il cioccolato, invece, fate attenzione che sia prodotto in uno stabilimento che assicuri l’assenza di contaminazioni. Ponetene un cubetto spezzettato all’interno dell’omelette quando è ancora calda per farlo sciogliere e ottenere una deliziosa crema dal sapore intenso e ricco.

Colazione senza glutine numero 4: i “pancake fit”

Preferireste una colazione senza glutine leggera e senza sensi di colpa? Nessun problema. I pancake fit sono perfetti per una colazione senza glutine adatta agli sportivi. Per realizzarli è sufficiente mixare con un frullatore ad immersione 150ml di albume d’uovo e 50g di farina d’avena. Il mix potrà essere insaporito, a piacere, con una punta di Stevia a 0Kcal. Come agente lievitante sfrutterete mezzo cucchiaino di bicarbonato da far reagire con un cucchiaio di aceto di mele o succo di limone.

pancake celiachia senza glutine

I pancake potranno poi essere cotti normalmente, in padella, e guarniti secondo le proprie esigenze nutrizionali e i propri gusti. Noi vi consigliamo lo sciroppo d’agave (o il miele), la frutta fresca (magari degli ottimi frutti di bosco, anche surgelati) e una bella spolverata di cacao amaro!

Colazione senza glutine numero 5: dall’omelette salata all’avocado, per gli amanti del salato

Se amate le colazioni all’americana e preferite gustare cibi salati appena svegli, nessun problema. La colazione senza glutine salata è fattibilissima. Uova strapazzate e omelette farcite con bacon o altri affettati e formaggi a scelta sono assolutamente consentite. Tutti gli affezionati al  brunch della domenica sono poi legatissimi alla tradizione che vede presente, su tavoli di cucine o locali, almeno una porzione di Avocado Toast a testa.

L’avocado toast viene realizzato spalmando sulle fette di pane tostato una salsina preparata con avocado maturo schiacciato grossolanamente, limone, sale e pepe. Alla versione di base viene spesso aggiunto l’uovo sodo e altri ingredienti freschi, come il pomodoro e la lattuga, il tutto dà vita al noto e apprezzatissimo “Club Sandwich”.

omelette celiachia senza glutine

Se siete celiaci e pensate di dover rinunciare a queste piccole delizie importate nel Bel Paese direttamente dagli Stati Uniti, vi sbagliate di grosso. E’ possibile ricreare degli ottimi Avocado Toast sfruttando il pane senza glutine o, meglio ancora, il pane di grano saraceno germogliato. Quest’ultimo è molto più simile (per gusto e consistenza) al pane di segale utilizzatissimo per gli Avocato Toast. Il connubio tra la dolcezza e cremosità dell’avocado e la croccantezza del pane integrale non potranno deludervi, ne siamo certi.

Se non volete complicarvi troppo la vita, poi, resta sempre aperta l’opzione “galletta”. Le gallette di riso sono pratiche e semplici da reperire, anche ai buffet di hotel e B&B. Non avranno lo stesso sapore del pane fresco, ma possono rappresentare una valida alternativa.